House with a secret garden

private house

House with a secret garden

un rifugio nel cuore di milano

Milano

Segreta, silenziosa, intima.

Questa piccola casa dei primi anni del secolo scorso mi ha conquistato non appena l’abbiamo scoperta e abbiamo deciso di averne cura.

Nel Living in primo piano libreria su disegno. Sul tappeto Yamamak di Rug Company poltrocina vintage rivestita con tessuto di Manuel Canovas. Sullo sfondo lampada da parete anni '50.

Il progetto di ristrutturazione in primo luogo ha avuto l’obbiettivo di rispettare e valorizzare tutti i dettagli originali sopravvissuti al tempo. Gli stucchi dei soffitti sono stati ripuliti ma non completati nelle parti mancanti, le porte sono state restaurate e con cura abbiamo cercato e ripristinato la ferramenta originale.

L’organizzazione degli spazi è stata ridisegnata per ristabilire la relazione virtuosa tra interno ed esterno affinché il giardino che si apre inaspettato sul retro della casa diventasse una naturale estensione del progetto domestico.

Dettaglio del divano anni '40. A parete foto al collodio di Carlo Furgeri e opera di Valeria Petrone.
La cucina è uno spazio intimo ed elegante. Il mobile è realizzato su disegno: ante in noce colore siciliano, piano in pietra naturale di Arnaboldi Marmi. A terra parquet in rovere con bisello sui quattro lati posato con spiga all'italiana di Interno 18.

Sempre attenti a non tradire l’anima del luogo, la scelta dei materiali persegue l’intenzione di porre l’accento sull’integrazione tra natura e ambiente costruito: cemento, pietra e legno, nelle loro tinte naturali, finiti a cera così da sottolinearne l’autenticità, l’evidenza sensoriale e materica.

Il trattamento dei muri è stato volutamente lasciato grezzo in modo che la luce indugi sulla superficie imperfetta dell’itonaco.

Nel living, sul tappeto Yamamak di Rug Company, poltroncina vintage rivestita con tessuto di Mauel Canovas e lampada Akari 10A, design di Isamu Noguchi per Vitra. Sullo sfondo libreria realizzata su disegno.
La camera matrimoniale è arricchita dallo splendido pattern a parete, disegno originale di Stig Lindberg recentemente rieditato da Borastapeter. Sul letto a baldacchino Ikea copriletto in lino e runner di Society.
Particolare del comdino di origine cinese, sul piano vaso di ceramica di Paola Lenti. Sullo sfondo wallpaper "Pottery", disegno di Stig Lindberg (ca 1940) per Borastapeter.
Il bagno per gli ospiti è una quinta scenografica. A terra cementine di Bisazza, ante a tutta altezza rivestite con wallpaper Acquario su disegno di Fornasetti per Cole&Son. Arredi realizzati su misura. A perete coppia di applique anni '50.

La palette cromatica privilegia tinte neutre, polverose, morbide che sfumino e si stemperino le une dentro le altre.

Gli accenti, mai distonici nè troppo carichi, sono stati affidati ad alcuni dettagli dell’arredo.

Dal terrazzo si scende verso il giardino. Sullo sfondo tavolo e sedie della collezione Bistro di Fermob.
Particolare notturno di una rosa sombreuil illuminata da una lanterna.